Categoria: Nazionale

Autore: Pietro Santercole

Pubblicato il: 09/06/2019

Letto: 264 volte

#futsalmercato, certi rumors fanno un botto Fortino! Sì, Robocop a Rieti

#futsalmercato, certi rumors fanno un botto Fortino! Sì, Robocop a Rieti

Certi rumors sono grandi come Robocop. Il Real Rieti rende merito alla credibilità di una delle nostre indiscrezioni di futsalmercato (LEGGI QUI) ufficializzando il primo, grande, acquisto in vista della prossima stagione.

LA NOTA Rodolfo FORTINO de Araujo è ufficialmente un calciatore del Real Rieti. Questa mattina, presso la segreteria del PalaMalfatti, alla presenza del patron Roberto Pietropaoli, il presidente Giorgio Pietropaoli e il vice presidente Luca Palombi, il calciatore ha firmato il contratto che lo lega al Real Rieti fino al 30 giugno 2020. E sarà in campo con la maglia numero “20”. Nato a San Paolo il 30 aprile 1983, il pivot brasiliano naturalizzato italiano vanta un palmarès di tutto rispetto. In Italia dal 2005, ha vestito per 6 stagioni la maglia dell’Augusta vincendo la classifica marcatori prima di lasciare. Poi nell’estate del 2011 passa alla Luparense e alla prima esperienza con la maglia dei Lupi vince il suo primo (e finora unico) scudetto nella serie A italiana dopo una stagione scandita da 38 presenze e 31 gol. L’anno successivo si trasferisce ad Asti dove dal 2012 al 2015 vive il periodo più florido e vincente: una Coppa Italia (’14/’15) e due Winter Cup (13’14/ e ’14/’15). E’ anche il momento della consacrazione con la maglia della Nazionale italiana addosso, con la quale esordisce nel 2010 in occasione del Grand Prix de Futsal collezionando 82 presenze e 51 gol, utili agli Azzurri per ottenere un bronzo ai mondiali del 2012 in Thailandia, il bronzo agli Europei del 2012 in Croazia e l’oro in Belgio nell’Europeo del 2014. Ma i numeri parlano per Fortino anche lontano dall’Italia, visto che il biennio vissuto con la storica maglia dello Sporting Lisbona sulle spalle, gli frutta 2 campionato portoghesi (’15/’16 e ’16/’17) e una Taça de Portugal (la Coppa nazionale (’15/’16). Tornato in Italia l’estate scorsa, dopo un inizio di stagione col Maritime Augusta, a dicembre si trasferisce al Città di Asti, in A2, dove qualche settimana fa si è visto sfuggire la Coppa Italia di categoria perdendo la finale contro il Sandro Abate (9-2).

Pietro Santercole