Categoria: Varie

Autore: Pietro Santercole

Pubblicato il: 04/05/2020

Letto: 587 volte

Come si cambia: il futsalmercato ai tempi del Coronavirus

Come si cambia: il futsalmercato ai tempi del Coronavirus

La fine del lockdown e l’inizio di una nuova era. La fase-2 dell’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, con tutte le sue incognite, trasformerà il futsal. Gli organi competenti chiuderanno anzitempo la stagione e inizieranno a programmare quella successiva, almeno all’inizio presumibilmente a porte chiuse. Le società dovranno convivere - come tutti - col Covid-19, cominciando a immaginare un palazzetto sanato e sedute di allenamento ad hoc nel rispetto di protocolli medici, attualmente da stilare. Cambierà completamente anche il futsalmercato.

TEMPI PIÙ LUNGHI all’orizzonte, al netto eventuali e possibili nuove norme sugli italo o (extra) comunitari. Chissà quando ci sarà la possibilità di spostarsi in altre regioni, di volare in altri paesi per visionare giocatori e giocatrici con il pericolo dietro l’angolo di “comprare” a scatola chiusa o il rischio di affidarsi sempre agli stessi, con un anno in più. Chissà quando potranno tornare quelli che rinnoveranno i rispettivi accordi con i club, in primis italo e brasiliani, oltre il 30 giugno. Chissà. Nell’era ante Coronavirus, i mesi di maggio e di giugno servivano per gettare le prime basi, ammiccare a nuovi papabili rinforzi, sondare il terreno. Ora bisognerà attendere gli sviluppi della convivenza con il virus, puntando magari a una strategia basata inizialmente sui rinnovi (o sui divorzi) per chi è rimasto in Italia, oppure intavolando trattative con giocatori che si trovano nella stessa regione.

ALCUNE SOCIETÀ si sono, comunque, già mosse. I campioni in carica dell’Italservice Pesaro, quasi certamente in Europa anche nella prossima stagione, si sono tenuti stretti Fulvio Colini - che ha esteso il proprio accordo prima ancora dell’avvento del Covid-19 - confermando i veterani come capitan Tonidandel, Linho e Miarelli: in uscita Gava, in Thailandia con quel Chonburi che fu per un brevissimo periodo di Gabriel Lima e che potrebbe essere (magari) di Jorge Alba del Petrarca (che nel frattempo ha già confermato Giampaolo), ricercatissimo anche in Italia. In casa Rieti una novità: Titon non vestirà amarantoceleste, ma potrebbe restare comunque in A. Come Pesaro, anche il Sandro Abate ha iniziato con la strategia dei rinnovi, già cinque: da Kakà a Fantecele, passando per Vitiello, Testa e Iandolo. Solo cessioni per un Latina alle prese con l’ipotesi passaggio di proprietà: gli Azzurrini Lo Cicero e Palmegiani all’ambizioso Ecocity Cisterna, Greco e Rango al Latina MMXVII. In fondo è (sempre) #futsalmercato. Anche se stavolta sarà diverso. Molto diverso.


Pietro Santercole


ARTICOLI CORRELATI

Eli Junior sul #futsalmercato: "Alla ricerca di un nuovo e affascinante progetto"

07/09/2020 VARIE Un’occasione da non perdere: Eli Junior è alla ricerca di un nuovo, affascinante progetto. LA CARRIERA - Universale ...

Rinaldi pronto a rimettersi in sella: "Cerco un progetto serio"

05/09/2020 VARIE La voglia di ripartire è tanta, tantissima. Mister Antonino Rinaldi, dopo la sfortunata parentesi al Magic Crati Bisignano, non ...

Ermanno Ruzza cerca squadra: "In attesa della chiamata giusta"

17/08/2020 VARIE Ermanno Ruzza, dopo l’ultima stagione disputata fra i pali del Valli, è alla ricerca di una nuova avventura. “Sto ...

Giustozzi aspetta Salas: "Ci serve un top che rompa gli schemi"

04/08/2020 VARIE Un giocatore affermato. Abile nell'uno contro uno e nel gioco individuale, che faccia saltare gli schemi tattici. E' quello che ...