Categoria: Femminile

Autore: Redazione

Pubblicato il: 07/07/2020

Letto: 54 volte

Romagna, altre due conferme: Mancarella e Marzo rispondono presente

Romagna, altre due conferme: Mancarella e Marzo rispondono presente

Dopo l’atteso rinnovo della settimana scorsa del capitano Martina Mencaccini, continua il lavoro di preparazione alla prossima stagione da parte della dirigenza della Virtus Romagna attraverso le conferme di altre importantissime giocatrici. Due che hanno aiutato a rendere incredibile il cammino della squadra romagnola quest’anno: Francesca Mancarella e Alessia Marzo. Entrambe hanno rappresentato delle vere e proprie colonne portanti sulle quali la stagione della squadra allenata da Imbriani ha potuto poggiare, dall’inizio alla fine, grazie alla loro dedizione, al loro impegno e anche al determinante apporto in zona gol che hanno saputo portare alla causa.

Se per marzo l’aria della A2 non era nuova, visto che proveniva dal Sassoleone, per Mancarella quest’anno ha rappresentato – come per la Virtus – una prima volta assoluta in questa categoria, essendo stata giocatrice della Femminile Riccione fino alla stagione 2018/19. Ma sia per Alessia che per Francesca le aspettative di inizio stagione, per quanto comunque avessero delle buone sensazioni, sono state ampiamente superate dal grande percorso intrapreso. Mancarella, commentando le fasi iniziali della stagione appena conclusa, ha detto: “All’inizio mi aspettavo sicuramente un percorso positivo da parte di questo nuovo gruppo, perché me ne sono resa conto sin da subito che eravamo una bella squadra, composta da grandi persone e giocatrici, e che potevamo regalare delle soddisfazioni all’ambiente della Virtus Romagna. Ma da qui a dire che avremmo raggiunto il secondo posto a soli 3 punti dalla prima con 5 giornate ancora da giocare prima della fine del campionato, sicuramente no. Siamo andati oltre alle nostre migliori aspettative”.

Per Francesca il momento in cui questa squadra ha cominciato a comprendere a pieno il proprio potenziale è stato durante le settimane più complicate d’inizio stagione: “La consapevolezza che si poteva fare sempre meglio e che avremmo avuto tutte le carte in regola per giocarcela con chiunque ha preso piede all’interno del nostro gruppo nei momenti più difficili, permettendoci poi di fare il salto di qualità e di raggiungere quei risultati positivi delle ultime gare, visto che al momento dell’interruzione arrivavamo da 6 vittorie consecutive. È davvero un peccato non aver concluso questo percorso, è un po’ amaro sapere che ci sarà un finale che mai nessuno saprà”.

Alessia Marzo, con il senno di poi, rivela che ha percepito le reali capacità di questa squadra dai primi allenamenti: “Da squadra neopromossa abbiamo sorpreso tutti, perché penso che nessuno si aspettasse un campionato da protagonista per la Virtus raggiungendo anche la prima posizione in classifica durante il campionato. Ma già dal primo allenamento insieme avevo intuito che, nonostante il gruppo fosse totalmente nuovo, le basi per fare un buon campionato c’erano tutte e l’obbiettivo iniziale della società, che era quello di rimanere nella categoria, era totalmente alla nostra portata. È un peccato che sia stato sospeso proprio prima dello scontro diretto in casa contro il Capena, la quale poi è stata promossa in serie A grazie alla media aritmetica con una differenza davvero minima rispetto a noi che eravamo seconde a soli 3 punti”.

Ovviamente, però, in delle circostanze tragiche come quelle che abbiamo vissuto, è tutto passato in secondo piano: “Purtroppo, in una situazione come questa che stiamo vivendo e di fronte ad un’emergenza così grande, bisogna assolutamente mettere davanti a tutto la salute. Siamo state lontano dai campi per tanto tempo e finché non è stata ufficializzata la sospensione del campionato, abbiamo continuato ad allenarci da casa seguendo le indicazioni della coach che è sempre stata vicina a noi continuando a seguirci”.

Ma la stagione 2019/2020 è ora di mettersela alle spalle, mentre il campionato 2020/21 prende forma giorno dopo giorno nella testa delle due giocatrici virtussine. “Per il prossimo anno, ad oggi, sappiamo davvero poco. Al momento l’unica certezza è rappresentata dalla società che è riuscita a garantire nuovamente la partecipazione al campionato nazionale di Serie A2. Una certezza che comunque regala la speranza di poter riprendere, e viste le difficoltà che tutta Italia sta affrontando in questo momento non è scontato. Speriamo di poter riprendere presto perché l’entusiasmo e la voglia di riscatto sono al massimo”, ha commentato in chiusura Mancarella.

La positività che leggiamo nelle parole di Francesca la ritroviamo anche nelle dichiarazioni di Alessia Marzo, che non vede l’ora di riprendere: “Sono contenta di continuare a far parte di questo progetto e di questa società che non sta perdendo tempo, organizzandosi già da ora in vista della prossima stagione, nonostante questo brutto periodo che stiamo vivendo. Ne approfitto per ringraziare in primis tutto lo staff, la presidente e il dirigente sportivo Sara Brunozzi, che l’anno scorso mi hanno portata qui. Ripetere un altro anno da protagonista non sarà facile ma faremo del nostro meglio per portare la Virtus il più in alto possibile”.


Michelangelo Bachetti
Ufficio Stampa Femminile Virtus Romagna


ARTICOLI CORRELATI

Virtus Romagna, Berti e Falcioni confermate. “Daremo il massimo”

29/07/2020 VIRTUS ROMAGNA Gli ultimi due rinnovi in casa Virtus non potevano che essere quelli legati a Sara Berti e Valentina Falcioni, due delle più ...

Virtus Romagna, Mencaccini rinnova: “Orgogliosa di essere il capitano”

29/06/2020 VIRTUS ROMAGNA L’emergenza Coronavirus non è certamente passata e il futuro è ancora avvolto in una coltre di incertezza, eppure ...